Gli operatori e le associazioni ambientaliste fanno il punto sull’energia eolica nel Lazio con l’Assessora alla Transizione Ecologica Roberta Lombardi

 

Il Roadshow ANEV, il tour che l’Associazione sta organizzando nelle Regioni italiane con presenza di impianti a fonte eolica, fa tappa nel Lazio, alla presenza dell’Assessora alla Transizione Ecologica, Roberta Lombardi.

            Hanno partecipato all’incontro i rappresentati delle Associazioni Gb Zorzoli, Presidente Aiee; Livio de Santoli, Presidente FREE; Roberto Scacchi, Presidente Legambiente Lazio e gli operatori Fabio Cecilia, FC Renewables; Giuseppe Pavin, Iberdrola; Mauro Ferrari, Wpd Italia.

“Il Lazio è un territorio che sta mostrando grandi potenzialità eoliche” ha commentato il Presidente dell’ANEV Simone Togni, moderatore della tavola “Oltre ai progetti offshore a nord delle coste laziali, si pensi agli impianti già presenti sul territorio e a quelli in cantiere. È particolarmente interessante l’attività dell’Assessorato alla Transizione Ecologica, cui va il nostro plauso, verso una pianificazione energetica regionale più green. Il Lazio ha un potenziale al 2030 di 750 MW eolici che porterebbero a 5.548 posti di lavoro, questi benefici non vanno sprecati. L’auspicio è che venga superata la moratoria di otto mesi nel Lazio per i nuovi impianti eolici, trattandosi di un provvedimento in contrasto con l’impegno esplicitato dalla Regione di voler puntare alla decarbonizzazione in maniera fattiva”.

“Nell’aggiornamento del Piano Energetico Regionale (PER), che recepisce le nuove ambizioni europee in tema di decarbonizzazione, con complessivi 340 MW quintuplichiamo, già a partire dal 2030, l’eolico installato nella nostra regione, aggiungendo agli attuali 70 MW dei 68 impianti presenti in tutto il Lazio i 270 MW del parco eolico offshore di Civitavecchia, il primo galleggiante d’Italia, che potrà essere ulteriormente ampliato fino a 1 GW”, dichiara Roberta Lombardi, assessora alla Transizione Ecologica e Trasformazione Digitale della Regione Lazio “Abbiamo già fatto passi concreti in avanti quali l’approvazione della delibera di Giunta sul Piano di Ripartizione dello Spazio Marittimo che per la prima volta ha inserito nella mappa dell’area marina laziale una Zona Strategica per l’Energia davanti alle coste di Civitavecchia, dove dovrà essere ospitato il parco eolico. – prosegue Lombardi – Siamo pronti a impiegare risorse per facilitare gli investimenti in questo settore, sia direttamente, per esempio supportando i costi per le misure anemometriche certificate volte a fornire i dati sulla potenza del vento, sia indirettamente, accompagnando la transizione di Civitavecchia nello sviluppo della filiera di supporto all’eolico off-shore.

 

È possibile rivedere l’evento in streaming al seguente link.